Notizie

Discipline: Notizie

22/02/2012

Sorveglianza nell’Area Marina Protetta, firmato il Protocollo di Intesa con il Corpo Forestale di Vigilanza Ambientale della Sardegna

È stato siglato materdì mattina presso la Sala giunta dell’Amministrazione comunale di Cabras il Protocollo di Intesa tra il Comune di Cabras, Ente gestore dell’Area Marina Protetta “Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre” (AMP), e il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna (CFVA)  per la collaborazione nell’attività di sorveglianza all’interno dell’Area Marina Protetta “Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre”.

All’incontro hanno partecipato Cristiano Carrus, Sindaco di Cabras e Presidente dell’AMP, Lorenzo Mascia, Direttore dell’AMP, Carlo Masnata, Comandante del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Regione Sardegna (CFVA), accompagnato dal Responsabile del Settore Vigilanza, nonché dal Comandante della locale Base Logistico Operativa Navale.

La sottoscrizione è avvenuta al termine di un costruttivo confronto tra i vertici dell’AMP e del CFVA, che ha richiesto anche il coinvolgimento degli Organi di governo dell’Ente gestore e dell’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, fermamente convinti sulla necessità di formalizzare un accordo di collaborazione per garantire un’azione di vigilanza costante ed efficace per la tutela e la salvaguardia ambientale dell’Area Marina Protetta.

L’intesa è infatti finalizzata a garantire il rispetto delle norme previste dalla legislazione primaria e secondaria che regolano la corretta fruizione dell’AMP, onde tutelare le caratteristiche naturali e geomorfologiche, gli habitat e le specie dell’ambiente marino - costiero, con particolare attenzione alla salvaguardia delle praterie di Posidonia oceanica e delle dune marittime, al controllo delle attività illegali di pesca o al prelievo di specie minacciate e protette e all’asporto della sabbia di quarzo.

Il documento prevede che la Base Navale del Corpo Forestale, oltre ai compiti derivanti dalla legge regionale n. 26 del 1985, istitutiva del CFVA, svolgerà la sorveglianza dell’AMP, assicurando il rispetto delle norme vigenti in materia ambientale e di pesca.

In tal modo, il Comune di Cabras, cui spetterà il compito di favorire il coordinamento operativo fra le forze di polizia operanti nell’AMP, sarà efficacemente supportato nella realizzazione delle necessarie attività di tutela e salvaguardia, in coerenza con le finalità del decreto istitutivo dell’AMP.
Il Presidente dell’AMP, Cristiano Carrus, si è dichiarato apertamente soddisfatto per il fatto di essere giunti dopo oltre dieci anni dall’istituzione dell’AMP, a sottoscrivere un accordo con il CFVA per l’attività di vigilanza, dando attuazione ad una precisa disposizione del decreto ministeriale del 17 luglio 2003, recentemente aggiornato nel 2011, e della convenzione di affidamento del 1998, ringraziando l’Amministrazione regionale ed in particolare, il Dott. Carlo Masnata, per il contributo e la sensibilità dimostrata: «L’intesa con il CFVA consentirà di pianificare un coordinamento efficace con gli altri organi di polizia istituzionalmente preposti all’attività di sorveglianza, quale presupposto essenziale per garantire il rispetto delle regole; in tal senso auspico che le operazioni di controllo a mare e lungo i 35 Km di costa protetti possano essere programmate al più presto, al fine di promuovere una concreta azione di tutela ambientale».
 
Ha manifestato viva soddisfazione anche il Comandante del CFVA, Carlo Masnata, secondo cui il Protocollo di Intesa «è il paradigma dell’integrazione operativa del livello istituzionale regionale, rappresentato dal Corpo Forestale, col livello di gestione comunale dell’area protetta, al fine di tutelare il binomio “ambiente costiero e marino / sviluppo sostenibile”; l’accordo consentirà di rafforzare il rapporto di collaborazione in essere con l’Area Marina Protetta attraverso la programmazione e attuazione di un’azione coordinata di prevenzione e sorveglianza, ampliata a 360° a tutte le tipologie di pesca, nonché a tutti gli altri impatti antropici potenzialmente dannosi».

La collaborazione con il CFVA si estende anche al supporto nelle attività di informazione e sensibilizzazione con il fine di prevenire comportamento scorretti e irrispettosi dell’ambiente che potrebbero costituire danno o illecito ambientale o, comunque, violazione delle vigenti norme, attraverso l’organizzazione e la promozione sul territorio di apposite campagne di informazione, formazione ed educazione ambientale.

Inoltre, nel prossimo futuro, è previsto il supporto per l’attivazione dell’ufficio contenzioso, attraverso assistenza tecnica e giuridica al personale della Polizia municipale e all’Ufficio Legale, che il Comune di Cabras, in qualità di Ente gestore, si appresta ad istituire anche al fine di incamerare le sanzioni derivanti dalle violazioni delle disposizione dei decreti ministeriali e delle leggi nazionali e regionali in materia.

Ed è proprio in questo senso che va intesa la collaborazione istituzionale tra il Comune di Cabras il CFVA: informare e sensibilizzare il più possibile i fruitori dell’Area Marina Protetta svolgendo un’efficace attività di contrasto agli illeciti ambientali.

Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info@areamarinasinis.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web