Founded in 1997 as per Minister of Environment decree, law 979/82, integrated by law 344/91

Da Maimoni a Su Crastu Biancu

In questi luoghi, il limite che separa il litorale dell'Area Marina Protetta, verso l'entroterra, è caratterizzato da pregevoli ed uniche situazioni paesaggistiche ed ambientali. Nei tratti bassi di questa costa, coincidenti con le spiagge di Maimoni, S'Archeddu 'e sa Canna, Su Crastu Biancu ed Is Arutas, si sono deposte candide spiagge di sabbia quarzosa. Sono luoghi speciali nei quali si percepisce una straordinaria sensazione di continuità tra la terra e il mare dove vaste e diverse formazioni geologiche, sovrapponendosi tra loro, hanno generato sfumature e colori che cambiano con l'altezza del sole.

Che sia una costa unica nel suo genere lo confermano le spiagge di sabbia di quarzo che delimitano candidi arenili, tanto fragili quanto belli. Le rocce, nella riva e sotto costa, sono la traccia di un antico livello del mare ed affiorano lungo quasi tutto il litorale dell'A.M.P. Esse traggono origine dalla deposizione avvenuta nel periodo "tirreniano", spesso ricca di frammenti conchigliari cementati tra loro, costituendo la classica roccia arenacea che affiora lungo la riva. In tutto ciò vi è il risultato dell'emersione di antichissimi fondali marini (circa 120.000 anni fa), quando il clima era caldo-umido e i lineamenti della penisola del Sinis non erano molto diversi da quelli attuali.

Veduta aerea delle spiagge © B. Paliaga

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web