Founded in 1997 as per Minister of Environment decree, law 979/82, integrated by law 344/91

Mare Morto

L'arenile sabbioso che caratterizza questo tratto di litorale appartiene al sistema del Golfo di Oristano. Ha una conformazione e una struttura legata agli apporti terrigeni di origine fluviale del fiume Tirso: il corso d'acqua più importante della Sardegna che sfocia al centro del golfo. La sua sabbia più fina, rispetto ai litorali di Mare Vivo, con maggior percentuale di componente organogena (gusci), è spesso ricoperta da "banchette" diPosidonia oceanicaspiaggiata che rappresenta, secondo i cicli naturali, una forma di protezione alla spiaggia dall'azione erosiva delle mareggiate dai venti di scirocco e libeccio. Il fondale antistante, dopo una prima fascia a Cimodocea nodosa, è ampiamente colonizzato da una estesa e vitale prateria a P. oceanica. Tale vera pianta marina (non è un'alga !!!) dà origine al "posidonieto", un habitat esclusivo del Mare Mediterraneo, nel quale è possibile osservare, fissata al fondo sabbioso-limoso, la nacchera di mare, un mollusco bivalve dalle notevoli dimensioni del quale ne è vietata l'asportazione.

Spiaggia di Mare Morto © AMP

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web