Home >

Cerealicoltura e Bieticoltura

In genere nei terreni del Sinis più distanti dall'abitato è diffusa la coltivazione dei cereali. La coltura del grano nel Sinis rende in media circa q. 7 a ettaro, ma nel fertile "Bennaxi" anche 25-30 quintali. Il tipo del grano coltivato è in prevalenza quello duro. Del grano prodotto, una parte viene conservata per le necessità, il resto viene versato all'ammasso volontario; il ricavato costituisce parte del reddito annuale degli agricoltori. 

L'agricoltura tradizionale ha subito un incremento in seguito alle opere di bonifica sulla destra del Tirso e a nuove pratiche colturali che hanno dato origine ad ulteriori fonti di reddito.

Nelle zone irrigue del "Bennaxi" ha avuto una rapidissima diffusione la coltivazione del riso, con ottimi risultati, grazie a un grosso coltivatore del nord Italia, che nel primo dopoguerra "scoprì" nella penisola del Sinis terreni di prima qualità per questa coltura. In seguito, anche l'Associazione Nazionale Bieticoltori individuò terreni adatti alla coltivazione a secco della barbabietola ad alto contenuto zuccherino, e si diede avvio alla produzione con la costruzione dello zuccherificio di Oristano (ora chiuso).

Oggi i bieticoltori cabraresi forniscono lo zuccherificio di Villasor. La barbabietola viene coltivata sia nel "Bennaxi" che nel Sinis e dà una diversa rendita quantitativa e qualitativa a seconda che sia praticata in coltura asciutta o irrigua.

Il riso

La risicoltura nell'Oristanese è stata introdotta su vasta scala negli anni Sessanta, favorita dalla disponibilità delle acque del fiume distribuite con una capillare rete irrigua e dalla particolare idoneità climatica della zona, che ha consentito ai coltivatori di diventare un punto di riferimento per la risicoltura italiana. 

Una buona parte del riso da seme prodotto è infatti destinato alle ben più estese risaie del Nord Italia.

La parte restante viene avviata ai grandi impianti del continente per la pilatura e la successiva distribuzione al consumo.

Coltivazione di cereali © B. Paliaga Risaia © AMP
Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web