Home >

L'artigianato

La tessitura dei tappeti, molto fiorente ancora il secolo scorso, è ora decaduta. Non più di dieci telai sono ancora attivi ed i lavori eseguiti da poche persone vengono acquistati, oltre che da privati, dall'Ente Regionale per l'Artigianato, l'ISOLA. 

Le più antiche testimonianze dell'artigianato vimineo risalgono all'epoca nuragica: alcuni bronzetti riproducono forme ispirate e non di rado, la decorazione di vasi avveniva simulando la tessitura dell'arbusto lagunare, ma anche se talvolta è ancora possibile vedere la lavorazione dei vari tipi di cesti, canestri, stuoie con erbe palustri (giunco, sparto, scirpo) nell'uscio di antiche case dell'abitato di Cabras, della tecnica dell'intrecciato è perlopiù scomparsa giacché nella dote delle spose non è più compresa la cosiddetta "scraria", l'insieme di corbule e recipienti di varia misura di cui soprattutto le future mogli dei contadini dovevano disporre.

Legata a questo lavoro artigianale sorgevano un tempo delle scuole, in cui sa "maista" (la maestra) impartiva l'arte dell'intreccio del materiale palustre alle apprendiste ("scientis"). A Cabras, i giunchi si utilizzavano in fascine, legate tra loro, per costruire i "fassois". Si tratta di imbarcazioni, simili a quelle che solcavano il Nilo, realizzate con piante palustri e spinte con una pertica. "Feu" era il nome del fieno palustre adoperato dai pescatori dello stagno per la costruzione dell'imbarcazione. L'intreccio di fieno consentiva di rivestire i recipienti di vetro, confezionare stuoie, mentre altre erbe palustri (cruccuri e canna) venivano usate per la costruzione delle capanne, residenze temporanee. Anche lo sfruttamento delle palme di San Pietro, nell'industria del crine e delle scope, è stato abbandonato. Due cantieri navali a carattere artigianale provvedono alla fornitura delle barche ai pescatori e ai diportisti della zona.

Cesto intrecciato a mano © AMP Cestineria di Cabras © AMP
Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web