Home >

Un freno all’attività predatoria dei cormorani arriverà dalle barrire realizzate con canne palustri legate con spago e sostenute da pali in legno che i pescatori di Cabras stanno terminando di posizionare in una parte dell’omonimo stagno. A metà novembre si concluderanno i lavori di costruzione delle strutture che avranno la funzione di evitare l’atterraggio dei volatili, da sempre esperti predatori di pesce. L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito del progetto di Sostenibilità Ambientale promosso dalla regione Sardegna, vede partecipi i comuni di Cabras, Nurachi e Riola Sardo insieme all’Area Marina Protetta, con il coinvolgimento degli stessi pescatori nella gestione attiva della problematica in questione. L’auspicio è quello di contribuire in modo concreto, attraverso le strutture di dissuasione, alla riduzione della problematica del conflitto tra pescatori e cormorani.
Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web