San Salvatore di Sinis - Ipogeo di San Salvatore

Da Cabras, sempre seguendo le indicazioni per Tharros, prendiamo la SP 6 e dopo 8 km troviamo la deviazione sulla destra per San Salvatore, che raggiungiamo dopo qualche chilometro.

Il villaggio religioso di San Salvatore è stato utilizzato come set per la ripresa di tanti film western all'italiana a metà anni '60, e successivamente restaurato nel 1990. Nel villaggio si trova la chiesetta dedicata a Cristo Salvatore in ricordo della tradizione che ricorda la fuga del Santo portato a braccia in salvo dagli abitanti di Cabras in una località che sarebbe stata poi chiamata appunto San Salvatore per sottrarlo al saccheggio degli invasori che giungevano dal mare. In rievocazione di questo episodio si svolge da Cabras alla chiesetta di San Salvatore la corsa degli scalzi. La chiesetta dedicata a Cristo Salvatore è stata costruita sopra l'ipogeo di San Salvatore, un luogo di culto pagano costruito sottoterra attorno a un pozzo di acque medicamentose, dove si svolgevano le cerimonie legate al culto delle acque in età nuragica. Lo stato attuale dell'ipogeo risale al IV secolo d.C. e vi si notano affreschi neri sul calcare bianco a rappresentare divinità legate al culto delle acque: Afrodite, Eros, le Ninfe ed Ercole che strozza il leone Nemeo.

Villaggio di San Salvatore © G. Lonis Villaggio di San Salvatore © G. Lonis
Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info.ampsinis@comune.cabras.or.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web